Dic 122017
 

Perché un percorso didattico sulla finanza matematica?

La finanza è parte integrante della vita quotidiana e la necessità di conoscere i principi di base del suo funzionamento coinvolge le giovani generazioni e, in particolare, gli studenti degli ultimi anni della scuola secondaria di II grado. Sebbene gli strumenti matematici utili a comprendere le principali questioni finanziarie, ossia come scegliere un mutuo, come investire i propri risparmi, come confrontarsi con una banca, siano relativamente semplici, è opportuno che l’insegnante di matematica dedichi alcune delle proprie ore di lezione ad affrontare questi argomenti, affinché gli studenti prendano coscienza dei possibili rischi e delle insidie che potrebbero trovarsi a fronteggiare, come giovani adulti. Il rischio infatti è insito nella vita quotidiana e nel mondo della finanza, ma, attraverso questo breve percorso, lo studente acquisisce i rudimenti per conoscerlo meglio.

La nostra proposta didattica si inserisce nelle Indicazioni Nazionali per il curriculum di matematica, in particolare:

● per quanto riguarda gli obiettivi specifici di apprendimento relativi all’aritmetica e all’algebra, il percorso didattico permette di approfondire/potenziare alcuni aspetti relativi al calcolo aritmetico, come il calcolo mentale, con carta e penna o mediante strumenti, ma anche di affrontare il tema dell’approssimazione; sul piano algebrico, l’introduzione e l’utilizzo di formule, dirette e inverse, potenzia la comprensione del calcolo letterale applicato ad un contesto reale, per risolvere problemi reali (e non solo realistici); in questo modo, aritmetica e algebra assumono un carattere applicato e perdono un po’ di quell’aurea astratta e lontana dalla vita quotidiana;

● nell’ambito delle relazioni e funzioni, vengono forniti gli strumenti per produrre e interpretare semplici rappresentazioni (grafiche, tabulari, sotto forma di formule) di fenomeni, permettendo di introdurre i primi rudimenti di modellizzazione matematica;

● come competenza trasversale, il percorso didattico permette di sviluppare la competenza degli studenti non solo di passare agevolmente da un registro di rappresentazione ad un altro (numerico, grafico, funzionale), utilizzando strumenti informatici per la rappresentazione dei dati, ma anche di scegliere le rappresentazioni più idonee;

● infine, altri due temi fondanti sono, da un lato, il concetto di algoritmo e l’elaborazione di strategie di risoluzioni algoritmiche, dall’altro lato, il concetto di ricorrenza e di progressione; in questa direzione, e sempre in linea con le Indicazioni Nazionali, gli studenti elaborano modelli di crescita lineare ed esponenziale.

La proposta può essere scaricata qui

Nov 102017
 

Il 13 novembre avrà inizio il primo dei tre workshop formativi dell’iniziativa Aviva Customer Innovation Award, una call4ideas nata dalla partnership tra Aviva e PoliHub aperta ad aspiranti imprenditori e start up e ha l’obiettivo di individuare idee e tecnologie capaci di innovare la Customer Experience nel settore assicurativo.

Le date e i temi dei tre workshop sono:

–          13 Novembre, ore 17:30 – La tecnologia che non si vede.

Nuove tecnologie facilitano l’accesso alle informazioni da parte dei clienti e degli intermediari.

Speaker: Antonio Perrotti (CIO, Aviva Italia), Francesco Bruschi (Politecnico di Milano) e Francesco Carbone (Banksealer)

–          28 Novembre, ore 17:30 – Il nostro futuro sta già accadendo

Nuove esigenze dei clienti danno spazio alla creazione di nuovi prodotti e servizi anche attraverso la tecnologia.

Speaker: Referente Aviva, Prof. Emilio Barucci (Politecnico di Milano) e Lorenzo Frangi (Springa)

–          22 Gennaio, ore 17:30 – Caring for the customer

La tecnologia che avvicina al cliente. Offrire nuovi touch point e personalizzare il contatto per fornire un servizio sempre più accurato.

Speaker: Referente Aviva, Prof. Paola Cerchiello (Università degli Studi di Pavia) e Testimonianza Share’ngo

I tre workshop si terranno presso la Sala Arena di PoliHub (Via Durando 39 – 1° piano).

La partecipazione ai workshop è totalmente gratuita ma è richiesta la registrazione ai singoli workshop tramite il seguente link: https://goo.gl/gnMzvX

Aviva Customer Innovation Award, call4ideas nata dalla partnership tra Aviva, assicurazione tra i leader in Europa e presente in Italia dal 1921, e PoliHub, L’Innovation district & Startup Accelerator del Politecnico di Milano (2° incubatore universitario in Europa e 5° al mondo) gestito da Fondazione Politecnico.

La call4ideas è aperta ad aspiranti imprenditori e start up e ha l’obiettivo di individuare idee e tecnologie capaci di innovare la Customer Experience nel settore assicurativo, con la duplice finalità di andare incontro alle esigenze dei consumatori che cambiano e di plasmare il futuro del business.

Le candidature apriranno il 13 novembre in concomitanza del primo workshop.

Aviva e Polihub sono alla ricerca di start up e progetti imprenditoriali innovativi afferenti a due aree specifiche e ricompresi nelle seguenti categorie:

1.       Assicurazioni: tecnologia al servizio dei prodotti. Nuovi bisogni assicurativi dei clienti richiedono nuove soluzioni. Le tecnologie offrono infinite possibilità di sviluppo di prodotti e servizi assicurativi come evoluzione di quelli esistenti o come risposta a nuove esigenze.

2.       Cliente al centro: tecnologia al servizio della Customer Experience. Il rapporto con il cliente è un valore assoluto e imprescindibile per AVIVA. Le tecnologie possono semplificare e velocizzare i processi interni e/o facilitare e migliorare l’interazione con il cliente.

I titolari del progetto vincente avranno l’opportunità di presentare la propria idea ai Senior Innovation Leader del Digital Garage di Londra, una delle fucine creative del Gruppo assicurativo dove, ogni giorno, avviene uno scouting di nuove idee su cui investire per plasmare l’assicurazione del futuro. In vista dell’incontro londinese, il team vincitore verrà anche affiancato da un training coach.

Visita la pagina dedicata all’Iniziativahttp://www.polihub.it/iniziative/aviva-customer-innovation-award/

Nov 042017
 

Impara l’arte e mettila da parte

Concorso di idee su educazione finanziaria

Il laboratorio QFinLab del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano ha indetto un concorso nazionale di idee a premi su temi di educazione finanziaria rivolto a singoli partecipanti o a gruppi composti al massimo da tre partecipanti di eta’ non superiore ai 35 anni.

Il concorso è volto a far emergere idee interessanti e originali in merito a come comunicare nell’ambito dell’educazione finanziaria contribuendo a superare il gap di conoscenze di larga parte della popolazione rispetto a temi complessi quali la gestione dei propri risparmi o scegliere le modalità di finanziamento per l’acquisto dell’abitazione.

Time line:
Iscrizione: entro 15 gennaio 2018
Consegna opere: entro 22 febbraio 2018

Il giorno 23 marzo 2018 si è riunita la commissione del premio, composta da:

  • Prof. Emilio Barucci (Politecnico di Milano)
  • Prof. Daniele Marazzina (Politecnico di Milano)
  • Dott.ssa Anna Rho (Politecnico di Milano)
  • Dott.ssa Nicoletta Trentinaglia (Politecnico di Milano)
  • Dott.ssa Giulia Bernardi (Politecnico di Milano)
  • Dott. Pietro Cazzaniga (Altroconsumo)

La commissione ha giudicato vincitrice del concorso l’opera letteraria “Come allenarsi per aumentare la ricchezza” di Maria Grazia Lo Cicero (Palermo).

L’autrice dell’opera vincitrice con il suo scritto e il premio, un tablet.

 

Ott 042017
 

Il 4 ottobre 2017, presso il campus Leonardo del Politecnico di Milano, si è tenuta la prima Caccia al tesoro finanziaria!

45 ragazzi delle IV e V dei Licei Classici di Milano hanno invaso il Dipartimento di Matematica per la prima Caccia al tesoro interamente dedicata all’educazione finanziaria.

Organizzata dal laboratorio QFinLab dell’Ateneo in occasione della settimana mondiale Wiw – World investor week, la gara ha permesso ai ragazzi di districarsi fra curiosi quiz finanziari.

 

Giu 152017
 

28 – 06 – 2017 | 18:00

Ti invitiamo all’evento di presentazione dell’VIII Edizione del Percorso Executive in Finanza Quantitativa che inizierà a Ottobre 2017, dove il Direttore, Prof. Emilio Barucci, presenterà il programma e le caratteristiche del corso.

Avrai la possibilità di visitare la nostra Business School e confrontarti con il Direttore, un ex Alumnus e il Recruitment Staff. Durante la presentazione, interverrà anche il Dott. Gianni Pola, Head of Systematic Strategies & Quantitative Research, Multiasset, ANIMA SGR nonché parte della Faculty.

La serata si concluderà con un aperitivo di networking.

Per ulteriori informazioni ed iscrizioni all’evento, clicca qui

Per dettagli sul Percorso Executive, clicca qui

Lug 272016
 

A seguito del processo di integrazione e di liberalizzazione dei mercati, gli intermediari finanziari (bancari, non bancari, assicurativi) hanno ampliato il loro raggio di azione giungendo ad operare in un sempre più ampio insieme di mercati e con strumenti sempre più complessi. Questo ha portato all’impiego sempre più significativo degli strumenti quantitativi in finanza il cui utilizzo viene potenziato enormemente dall’adozione delle nuove tecnologie (fintech).

Il Percorso Executive in Finanza Quantitativa (Ed. 7, Novembre 2016 – Maggio 2017) è progettato e promosso da MIP e dal Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano e con il sostegno di:

Il corso è composto da 6 moduli didattici, a cui è possibile iscriversi singolarmente:

  • Fondamenti
  • Gestione dei portafogli
  • Valutazione dei prodotti derivati
  • Trading di prodotti finanziari
  • Gestione dei rischio
  • Insurance

La sua peculiarità è di curare sia gli aspetti metodologici sia gli aspetti applicativi, per formare figure professionali in grado di affrontare problemi concreti nell’ambito della finanza quantitativa.

Il Corso si rivolge a profili junior: laureati (di I e II livello) e profili executive, cioè professionisti e operatori con esperienza lavorativa nel settore finanziario che desiderano completare la loro formazione o che intendono riqualificarsi al fine di cercare nuove opportunità lavorative.

Sono previste borse di studio a copertura totale o parziale della quota d’iscrizione.

Per informazioni sul programma e sulle opportunità di borse di studio e stage, scarica la brochure: CLICCA QUI

Mag 102016
 

The Dipartimento di Matematica of the Politecnico di Milano, in
cooperation with the Bachelier Finance Society and Springer, is proud
to announce the Nicola Bruti Liberati Prize 2015 winner:

Marko Hans Weber
Associate at JP Morgan in London
PhD in Financial Mathematics at Scuola Normale Superiore di Pisa (part
of the research has been conducted at Dublin City University).

On May 31, 2016, 12.30, the prize winner will deliver a lecture on

Models of Dynamic Trading with Price Impact

at the Politecnico di Milano – Dipartimento di Matematica
Conference Room (7th Floor)
Via Bonardi 9 – Milano

Nov 122015
 

The Bachelier Finance Society and the Department of Mathematics of the Politecnico di Milano, in cooperation with Springer, are proud to announce the Fifth Nicola Bruti Liberati Prize which is to be awarded for a doctoral thesis defended in 2014-2015 in all subjects of Mathematical Finance, such as, but not limited to: Derivative Pricing, Computational Finance, Econometrics and Statistical Methods applied to Finance, Risk Analysis, Portfolio Optimization, Probability Methods in Finance, and Numerical Methods in Finance.

https://www.mate.polimi.it/brutiliberatiprize/

Mag 262015
 
The Dipartimento di Matematica of the Politecnico di Milano, in cooperation with the Bachelier Finance Society and Springer, is proud to announce the Nicola Bruti Liberati Prize 2014 winner:
Thomas Kruse
University of Duisburg-Essen
Faculty of Mathematics
On June 10, 2015, 12.30, the prize winner will deliver a lecture on
Approximating irregular SDEs via iterative Skorokhod embedding
at the Politecnico di Milano – Dipartimento di Matematica
Conference Room (7th Floor) 
Via Bonardi 9 – Milano​