Set 202016
 

La Commissione Europea ha presentato una comunicazione che descrive le prossime misure volte a velocizzare il completamento della Capital Market Union (CMU).

Obiettivo della Commissione è far sì che la CMU abbia un impatto tangibile sull’economia reale nel più breve tempo possibile e, tal scopo, invita inoltre il Parlamento europeo e il Consiglio a finalizzare rapidamente la prima serie di proposte sulle seguenti tematiche:

– Rapida attuazione del pacchetto sulle cartolarizzazioni al fine di generare rapidamente finanziamenti aggiuntivi all’economia reale;

– Modernizzazione delle norme sul prospetto per migliorare l’accesso ai mercati dei capitali, in particolare per le imprese più piccole.

– Rafforzamento dei mercati del venture capital e degli investimenti sociali. Ciò consentirà di stimolare gli investimenti in venture capital e in progetti sociali e di rendere più facile per gli investitori finanziare le piccole e medie imprese innovative.

La Commissione intende, inoltre, procedere rapidamente verso la prossima fase, che prevede l’adozione di altre importanti misure riguardanti la CMU. In particolare:

– Formulazione di una proposta volta a superare le differenze tra i regimi di insolvenza nazionali, che hanno sempre costituito un ostacolo allo sviluppo dei mercati dei capitali nell’UE;

– Abbattimento delle barriere fiscali che limitano lo sviluppo dei mercati dei capitali. La Commissione è intenzionata ad incoraggiare gli Stati membri a eliminare gli ostacoli costituiti dalla ritenuta alla fonte e a favorire le migliori prassi fiscali per promuovere forme di finanziamento alternative, quali il venture capital. La Commissione intende presentare in novembre, nel contesto della proposta relativa alla base imponibile comune per le società (CCCTB), una proposta sulla diversità di trattamento tra debito e capitale proprio, ed invita il Consiglio ad adottarla il più rapidamente possibile;

– Entro la fine dell’anno la Commissione intende inoltre modificare la normativa bancaria e assicurativa, al fine di sbloccare gli investimenti privati nelle infrastrutture e nelle PMI.

La Commissione continuerà a monitorare gli sviluppi e individuerà ulteriori azioni necessarie per sviluppare l’Unione dei mercati dei capitali nel quadro del riesame intermedio 2017 dell’Unione dei mercati dei capitali che sarà avviato a breve.

Comunicato stampa
Comunicazione della Commissione Europea sulla CMU

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.