Feb 222016
 

L’EIOPA (European Insurance and Occupational Pensions Authority), Autorità di vigilanza europea del mercato assicurativo, ha pubblicato il Report intitiolato Retail Risk Indicators Methodology. L’obiettivo del Report è rafforzare il quadro di vigilanza attraverso l’identificazione di metodologie analitiche per il calcolo degli indicatori di rischio che assicurino maggiore protezione per i consumatori.
L’analisi compiuta rappresenta uno dei primi passi verso l’implementazione da parte dell’EIOPA di una strategia di vigilanza basata su una valutazione preventiva e comprensiva dei rischi.

Comunicato stampa
Report

Feb 222016
 

L’Autorità bancaria europea, EBA, ha rilasciato una bozza finale dei nuovi standard tecnici (Implementing Technical Standards o ITS) in materia di mappatura dei rating creditizi rilasciati dalle cosiddette ECAI (External Credit Assessment Institutions) sulle operazioni di cartolarizzazione.
Gli ITS in questione, che confluiranno nel Single Rulebook bancario, hanno l’obiettivo di migliorare l’armonizzazione regolamentare all’interno dell’Unione Europea. Inoltre, gli ITS renderanno possibile utilizzare i rating sulle cartolarizzazioni delle agenzie di rating per il calcolo dei requisiti patrimoniali.

Comunicato stampa
Bozza finale ITS

Feb 222016
 

L’ESMA ha pubblicato il 2016 Supervisory Convergence Work Programme. Il documento delinea le attività e le mansioni che l’ESMA svolgerà nel 2016 per promuovere una vigilanza efficace ed armonizzata all’interno dell’Unione Europea, concordemente con gli indirizzi fissati nel documento Strategic Orientation for 2016-2020.

Le aree di priorità individuate per il 2016 sono:

– Predisporre un’efficiente ed adeguata implementazione della disciplina MiFID 2/MiFIR e garantire un’effettiva vigilanza sull’applicazione della normativa stessa;
– Finalizzare i dati e l’infrastruttura IT necessari per supportare l’applicazione delle normative MiFID 2/MiFIR e MAR (Market Abuse Regulation) e l’attività di vigilanza connessa;
– Facilitare un’adeguata supervisione dei mercati di derivati OTC e in particolare delle controparti centrali (CCP) europee;
– Supportare l’effettiva applicazione del piano Capital Markets Union della Commisione Europea.

2016 Supervisory Convergence Work Programme

Feb 222016
 

A seguito dell’accordo tra Parlamento Europeo e Consiglio in materia di benchmark finanziari del novembre scorso, l’ESMA ha pubblicato un documento di consultazione riguardante gli aspetti tecnici dell’implementazione della normativa (cosiddetta Benchmarks Regulation) che entrerà in vigore prossimamente.
La proposta di Regolamento, infatti, prevede che l’ESMA predisponga standard tecnici in materia entro 12 mesi dall’entrata in vigore della normativa.

La consultazione avrà termine il 31 marzo 2016.

Comunicato stampa
Documento di consultazione

Feb 222016
 

L’EBA ha rilasciato la versione finale delle Linee guida in materia di accordi di cooperazione tra sistemi di garanzia dei depositi (Deposit Guarantee Schemes o DGS).
Ai sensi della nuova direttiva sui sistemi di garanzia dei depositi DGSD (Deposit Guarantee Schemes Directive), le Linee guida delineano un accordo quadro di cooperazione multilaterale con l’obiettivo di promuovere una rapida conclusione di accordi di cooperazione tra DGS. Al fine di favorire un approccio coerente e facilitare la cooperazione tra DGS, inoltre, il documento definisce gli obiettivi e i contenuti minimi degli accordi stessi.

Comunicato stampa
Linee guida EBA

Feb 222016
 

La Consob ha emanato una Comunicazione avente ad oggetto le procedure interne di monitoraggio delle reti di promotori finanziari svolte da banche e imprese di investimento che operano mediante offerta fuori sede. In particolare, la Comunicazione identifica delle best practices che gli operatori dovrebbero seguire al fine di meglio predisporsi alla prevenzione o, almeno, alla tempestiva rilevazione di condotte non corrette dei promotori finanziari.
Le best practices individuate riguardano sia l’identificazione delle unità organizzative preposte allo svolgimento dei controlli sulla rete sia la tipologia e le caratteristiche dei presidi introdotti.

Comunicazione Consob

Feb 222016
 

On the 26th of January 2016 EIOPA published the results of the first Stress test for Occupational Pensions. The exercise was conducted during 2015 (reference date 31 December 2014) by all the European Economic Area countries with material IORP sectors, covering all types of IORPS. It considers the impact of market and longevity shocks in pension schemes and provides an indication of the capability of absorbing losses when these risks bite.

The exercise is split in two modules:

the DB/hybrid module tests the resilience of Defined Benefit (DB) and pension schemes to three different scenarios

– Adverse market scenario 1: significant decline in variable-yield securities (e.g. equities and real estate), decrease in interest rates and inflation rates, increase in spreads, drop in assets prices (more severe than in Adverse 2) – e.g. investments in assets usually qualified as safe, such as specific government bonds, were assumed to have lost this status.

– Adverse market scenario 2: drop in asset prices, drop in interest rates (more severe than Adverse 1), increase in inflation rates and some variable-yield securities markets are hit less heavily

– Increased longevity scenario: 20% rise in life expectancy

the Satellite DC module assesses the impact on the expected benefits of members of Defined Contribution (DC) schemes which are 35, 20 and 5 years before the expected retirement date of 5 stressed scenarios

– Adverse market scenario 1 and 2 (identical to the DB/hybrid ones)

– Low return scenario 1 and 2: they incorporate a downward shift in the risk premiums of the assets; interests and inflation rates shocks are the same as in Adverse

– Increased longevity scenario (identical to the DB/hybrid one)

The results of the DB/hybrid module are measured in terms of both National Balance Sheets (NBS) and the Common Methodology (CM) proposed by EIOPA. This CM is out of scope of the current IORP II discussion and is only applied to make results comparable: it introduces a market consistent balance sheet where the risk free rate is used for discounting and it reflects the future developments by including different security and benefit adjustment mechanisms (the funding deficit risen in the stressed scenarios are covered by sponsor’s support, pension protection schemes and benefit reductions). On the contrary, the NBS are very different from one country to another (assets are either valued at market or book values, liabilities are discounted either with risk free rates or expected return on assets, the gaps revealed under the stressed scenarios are treated with different mechanisms) with results difficult to compare and moreover, less prudential (the risk is underestimates due to the use of higher interest rates when discounting).

The results for the DB/Hybrid module are as follows (excess of assets over liabilities)


The DC satellite module results show that

– the impact in the level of pensions is highly dependent on the time that plan members have before retirement: eldest plan members (closer to retirement) have the highest accumulated pension wealth and the least time to recover from price falls of assets; youngest plan members are the ones mostly impacted by long term low returns as they affect a larger part of their life-cycle

– low interest rates make it more expensive to convert accumulated pensions wealth into annuities

EIOPA will keep on working on a common market sensitive methodology towards the valuation of assets and liabilities and has planned to run a second stress test of the occupational pension sector in 2017.

Feb 112016
 

La Commissione Europea ha proposto di posticipare di un anno l’entrata in vigore della nuova disciplina in materia di mercati finanziari MiFID II. La proposta nasce per tener conto delle difficoltà tecniche “di tipo straordinario” affrontate dai regolatori e dagli operatori di mercato nell’adeguamento alle nuove disposizioni.

Qualora la proposta fosse approvata, le norme in questione entrerebbero in vigore il 3 gennaio 2018.

Comunicato stampa
Proposta della Commissione Europea

Feb 112016
 

L’ESMA e la BCE hanno siglato un accordo di cooperazione che consentirà lo scambio di informazioni per facilitare l’esercizio del mandato di entrambe le autorità di vigilanza. Il quadro delineato dal documento di intesa (tecnicamente Memorandum of Understanding o MoU) individua forme di collaborazione in tema di risk management, supervisione, statistiche, infrastrutture di mercato e regolamentazione. L’accordo, inoltre, getta le basi per una collaborazione estesa anche alle singole banche centrali nazionali.

Comunicato stampa

Feb 112016
 

L’EBA ha rilasciato un Parere che traccia i principi generali e la tempistica per l’attuazione della revisione normativa in materia di approccio IRB (internal ratings-based).
Lo scopo del Parere è di fornire un indirizzo chiaro alle autorità competenti e alle istituzioni finanziarie sulle modifiche proposte e sulla loro attuazione. Le modifiche normative proposte nel documento mirano a rispondere alle preoccupazioni riguardanti lo scarso livello di comparabilità dei requisiti patrimoniali ottenuti tramite l’approccio IRB.
Il Parere è accompagnato da un Report che riassume i commenti espressi in risposta alla consultazione lanciata dall’EBA sul tema in questione.

Comunicato stampa
Parere EBA
Report