Apr 062016
 

Il Comitato di Basilea ha pubblicato un documento di consultazione contenente un pacchetto di modifiche da apportare all’impianto degli approcci basati sui rating interni per il calcolo del rischio di credito (IRB o Internal Rating Based). Tali proposte rivestono un ruolo chiave nel programma di riforma normativa che il Comitato di Basilea sta portando avanti da tempo. Le modifiche avanzate mirano a ridurre la complessità del quadro normativo, aumentare la comparabilità dei requisiti patrimoniali a fronte del rischio di credito e limitarne l’eccessiva variabilità. In particolare, le novità principali riguardano:

– Esclusione dell’uso degli approcci IRB per determinate categorie di esposizioni (quali i prestiti ad atre istituzioni finanziarie) per le quali gli input dei modelli non possono essere stimati con sufficiente affidabilità;

– Introduzione, a livello di singola esposizione, di valori minimi dei parametri (floor) tali da garantire un trattamento sufficientemente prudenziale dei portafogli per i quali rimane possibile l’utilizzo degli approcci IRB;

– Maggiore specificazione delle procedure di stima dei parametri dei modelli al fine di ridurre la variabilità delle attività ponderate per il rischio di credito nel caso di portafogli per i quali rimane possibile l’utilizzo degli approcci IRB.

La consultazione avrà termine il 24 giugno 2016.

Comunicato stampa
Documento di consultazione

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.