Apr 062016
 

Il Comitato di Basilea ha pubblicato il suo secondo Report dedicato alle attività ponderate per il rischio (Risk-weighted Assets o RWAs). Tale documento rientra nel programma RCAP (Regulatory Consistency Assessment Programme) volto a garantire una piena ed effettiva implementazione del quadro normativo di Basilea III. Lo studio, che si concentra sulla variabilità delle RWAs delle banche che usano modelli interni per il calcolo del rischio di credito, rappresenta un’estensione dell’analisi precedentemente svolta nel 2013. In particolare:

– L’analisi si basa sui dati riguardanti i portafogli dei prestiti verso piccole e medie imprese di 35 importanti banche attive a livello internazionale. I risultati dello studio mostrano una relazione ragionevole tra tassi effettivi di default e i valori medi delle probabilità di default stimate. A livello di singola istituzione finanziaria, però, si osserva una maggiore variabilità dei parametri stimati e dei risultati effettivi. Tale fenomeno può essere parzialmente spiegato dalle differenze e dalle peculiarità locali dei settori retail di riferimento;

– Lo studio prende in considerazione anche la variabilità delle stime dell’Exposure at Default (EAD) per ogni possibile asset class. I risultati, basati sui dati raccolti da 37 banche, evidenziano una significativa variabilità nelle prassi utilizzate dalle singole istituzioni finanziarie con conseguente aumento della variabilità dei risultati in termini di RWAs.

Il documento segnala, inoltre, alcune sound practices riguardanti le funzioni di validazione dei modelli riscontrate durante lo svolgimento dell’analisi.

Comunicato stampa
Report

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.