Mag 122016
 

La Banca d’Italia e la Consob hanno effettuato una ricognizione delle rispettive competenze di vigilanza derivanti dal Regolamento UE n. 648/2012 (Regolamento EMIR), come illustrato nel “Documento ricognitivo sul riparto delle Competenze EMIR”. Infatti, ai sensi dell’art. 4-quater del TUF comma 2-bis la Banca d’Italia e la Consob (insieme all’l’IVASS e alla COVIP) sono le autorità competenti per il rispetto degli obblighi posti dal Regolamento EMIR a carico dei soggetti vigilati dalle medesime autorità, secondo le rispettive attribuzioni di vigilanza.  Inoltre, la vigilanza sugli adempimenti previsti dal Regolamento EMIR è ripartita, per legge, tra le due Autorità in funzione della tipologia della controparte e della natura dei compiti che il Regolamento assegna all’Autorità competente in relazione a ciascun adempimento.

La Banca d’Italia, inoltre, ha predisposto appositi template per agevolare la presentazione da parte degli intermediari delle istanze di esenzione, previste dal citato regolamento, dall’obbligo di compensazione mediante controparti centrali per le transazioni infragruppo.

Comunicazione Banca d’Italia
Documento ricognitivo sul riparto delle Competenze EMIR
Pagina di riferimento sul sito Banca d’Italia (template)

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.