Lug 212016
 

Il Financial Stability Board (FSB) ha pubblicato il documento “Reforming Major Interest Rate Benchmarks”. Il documento fornisce un aggiornamento sull’implementazione delle raccomandazioni FSB del luglio 2014 in materia di riforma dei principali indici di riferimento (o benchmark) utilizzati per i tassi di interesse. Rispetto all’indagine precedente, svolta nel luglio del 2015, gli amministratori degli indici più diffusi (i cosiddetti indici IBOR o interbank offered rates) hanno aumentato la convergenza e la conformità alle raccomandazioni FSB. In particolare, i progressi più rilevanti sono stati adottai dagli amministratori degli indici EURIBOR, LIBOR e TIBOR anche grazie all’impegno profuso dalle autorità di vigilanza locali.

Uno dei principali aspetti segnalati dal Board 2014, riguarda l’invito rivolto alle autorità competenti di sviluppare indici di riferimento basati su tassi privi di rischio (risk-free rates o RFRs). La raccomandazione trova fondamento nella constatazione che per alcune tipologie di transazioni finanziarie – tra le quali diverse categorie di strumenti derivati – i tassi di riferimento sono concettualmente prossimi agli RFR.

Le dinamiche individuate dal report (la riforma degli indici IBOR esistenti e l’identificazione di benchmark RFR) sono, secondo lo stesso FSB, ad una fase cruciale del loro processo di attuazione e richiederanno ulteriori sforzi per il loro completamento.

Comunicato stampa
Reforming Major Interest Rate Benchmarks

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.