Mar 232016
 

Il Financial Stability Board (FSB) ha pubblicato il documento “Second Thematic Review on Resolution Regimes” riguardante lo stato attuale dei regimi di risoluzione delle istituzioni finanziarie applicati nelle singole giurisdizioni membri FSB. L’analisi rientra in una serie di studi svolti dal Board a supporto dell’implementazione tempestiva ed efficace delle linee guida definite dal documento “Key Attributes of Effective Resolution Regimes for Financial Institutions” in materia di procedure di risoluzione.
Le principali evidenze riscontrate sono le seguenti:

– Solo una parte delle giurisdizioni membri (principalmente le giurisdizioni domestiche delle banche di importanza sistemica globale) ha già adottato regimi di risoluzione che prevedono l’attribuzione alle autorità preposte di una gamma di poteri in linea con i Key Attributes. Nella maggior parte delle giurisdizioni non conformi, si riscontra la mancata assegnazione dei poteri riguardanti la continuità delle funzioni dell’istituzione finanziaria, il bail-in e la sospensione temporanea dei diritti di recesso anticipato;

– Sebbene i regimi di risoluzione si applichino a tutte le tipologie di banche commerciali, l’estensione alle holding finanziarie con partecipazioni bancarie, alle filiali di banche estere e ad altri enti facenti parte di un gruppo finanziario differisce significativamente tra le varie giurisdizioni membri;

– Esistono importanti discrepanze tra i diversi impianti normativi per quanto riguarda i requisiti per l’applicazione delle procedure di risoluzione e il loro livello di dettaglio;

– Maggiore enfasi è stata attribuita alla definizione dei processi di pianificazione dei risanamenti piuttosto che alla pianificazione della risoluzione o alla valutazione della risolvibilità.  In particolare, solo 9 giurisdizioni membri prevedono esplicitamente l’attribuzione di poteri regolamentari che permettano di richiedere alle banche l’adozione di misure per migliorare la risolvibilità.

Come conseguenza, il documento include numerose raccomandazioni affinchè le singole normative siano pienamente conformi ai pricipi dei Key Attributes. Tra queste, l’FSB raccomanda di attribuire i poteri di risoluzione mancanti e adeguare i regimi di risoluzione alla luce delle discrepanze rilevate nel report. L’FSB, inoltre, richiede alle singole giurisdizioni di comunicare – entro dicembre 2016 – le misure adottate o che intendono adottare per colmare tali lacune.

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.