Mag 052016
 

Con provvedimento del 3 maggio 2016, la Banca d’Italia ha modifica le disposizioni in materia di sanzioni e procedura sanzionatoria amministrativa adottate con provvedimento della Banca d’Italia del 18 dicembre 2012. La procedura viene adeguata alle innovazioni introdotte in materia di sanzioni dalla direttiva 2013/36/UE (“CRD IV”) e al nuovo assetto derivante dall’avvio del Meccanismo di Vigilanza Unico istituito dal regolamento (UE) n. 1024/2013, che ha attribuito alcuni poteri sanzionatori alla Banca Centrale Europea.
Il provvedimento tiene conto dei commenti ricevuti durante la fase di consultazione pubblica nel periodo settembre-novembre 2015.

Le modifiche introdotte dal provvedimento entreranno in vigore decorsi 15 giorni dalla loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e si applicheranno esclusivamente alle violazioni commesse dopo la loro entrata in vigore.

Provvedimento Banca d’Italia del 3 maggio 2016
Resoconto della consultazione

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.