Mar 312017
 

Il Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria ha rilasciato il documento “Pillar 3 disclosure requirements – consolidated and enhanced framework” che rappresenta la seconda fase del processo di revisione degli obblighi informativi di Terzo Pilastro. Il documento, basato sulle modifiche adottate dal Comitato nel gennaio 2015, incorpora i commenti raccolti durante la consultazione pubblica condotta nel marzo 2016. I principali aspetti trattati riguardano:

  • Consolidamento nel perimetro di Terzo Pilastro di tutti gli obblighi informativi previsti dagli Accordi di Basilea;
  • Introduzione di alcuni miglioramenti al framework regolamentare in materia di posizione prudenziale della banca e prudent valuation adjustments;
  • Revisione degli standard di Terzo Pilastro alla luce dell’attività di riforma dell’impianto regolamentare attualmente in corso. In particolare: i) introdotto nuovo requisito informativo in materia di TLAC (Total Loss-Absorbing Capacity) per le istituzioni G-SIB e ii) apportate modifiche ai requisiti di informativa per il rischio di mercato alla luce della revisione del quadro regolamentare di riferimento presentata nel gennaio 2016.

La data di attuazione dei singoli obblighi informativi è indicata nel documento. In linea generale, gli obblighi informativi già esistenti – così come consolidati nell’impianto di Terzo Pilastro – entreranno in vigore alla fine del 2017. L’applicazione, invece, dei nuovi requisiti e/o di quelli che dipendono dall’attuazione di altre disposizioni è stata allineata con l’entrata in vigore del quadro di riferimento corrispondente.

Comunicato stampa
Pillar 3 disclosure requirements – consolidated and enhanced framework

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.