Nov 242017
 

Argentea, società controllata da Gpi e certificata presso il Consorzio Bancomat, e Inbitcoin, startup con sede a Trento, hanno lanciato in Italia il primo servizio di pagamento via POS basato su bitcoin. Tale servizio di pagamento potrà essere configurato, installato ed utilizzato da tutti i piccoli e grandi commercianti in possesso dei nuovi terminali telematici Pos dotati di un display sufficientemente ampio.
Il progetto, che costituisce l’esito di due anni di ricerche a cui ha collaborato anche la Facoltá di Matematica dell’Universitá di Trento, mira innanzitutto ad ampliare l’ambito di applicazione dei sistemi di pagamento in bitcoin ed é volto a consentire ai consumatori di completare la transazione semplicemente con il proprio smartphone.
Notevoli, spiega Luca Sannino, co-founder e managing partner di Inbitcoin, i vantaggi che derivano da questo nuovo sistema di pagamento: l’azzeramento o quasi delle commissioni di incasso; l’assoluta sicurezza, per i commercianti, che il pagamento vada a buon fine, eliminando qualsiasi rischio di clonazioni di carte o utilizzo di contanti falsi; la riduzione dei costi, per i consumatori, rispetto a quelli propri del sistema bancario tradizionale.

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.