Dic 162016
 

L’EIOPA ha annunciato i risultati dell’esercizio di stress test 2016 per il settore assicurativo europeo.

L’esercizio di quest’anno ha valutato la vulnerabilità e la resilienza delle imprese di assicurazione a fronte di due scenari di mercato avversi (entrambi più estremi delle condizioni previste dalla disciplina Solvency II):

– Scenario “low-for-long” caratterizzato dal prolungarsi della situazione attuale di bassi tassi e l’ulteriore riduzione dei rendimenti in relazione a tutte le scadenze per un lungo periodo di tempo;

– Scenario “double-hit” che riflette un improvviso aumento dei premi per il rischio in concomitanza con le condizioni congiunturali di bassi tassi di interesse.

I risultati dell’esercizio hanno evidenziato: i) la vulnerabilità del settore assicurativo in relazione al perdurare delle situazioni macroeconomiche attuali e alle variazioni avverse dei premi per il rischio, ii) la capacità delle garanzia di lungo periodo (Long-Term-Guarantee o LTG) e delle misure di transizione a fungere da buffer di stabilità anticiclico. In particolare:

– Nello scenario “baseline”, a livello aggregato le imprese di assicurazione sono risultate adeguatamente capitalizzate con un rapporto SCR (Solvency Capital Requirement) pari al 196% (che scende al 136% se si escludono le LTG). Elevata la qualità dei mezzi propri, costituiti per il 90% (su base aggregata) da strumenti di tipo Tier 1 unrestricted;

– Le condizioni avverse previste per lo scenario “low-for-long” hanno prodotto un impatto negativo sui bilanci pari a circa 100 miliardi di euro, con almeno il 16% delle istituzioni che ha evidenziato una riduzione pari o superiore al 30% del surplus tra attività e passività;

– Nello scenario “double-hit” l’impatto negativo si è attestato a circa 160 miliardi di Euro (pari al 28.9% del surpuls totale tra attività e passività).

Come segnalato dall’Autorità di vigilanza, i due scenari di stress hanno avuto un impatto medio simile in termini di riduzione delle eccedenze tra attività e passività. Le differenze individuali e di paese sono riconducibili alle diverse tipologie di mercato e alla peculiare struttura di bilancio.

L’esercizio, basato sui dati di bilancio al 1 gennaio 2016, ha coinvolto 236 imprese di assicurazione di 30 paesi europei, con una copertura di mercato pari al 77%.

Comunicato stampa
Report EIOPA su stress test 2016

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailCondividi

Sorry, the comment form is closed at this time.